Melzo sotto assedio

Vi proponiamo la versione integrale dell’articolo apparso sulla Gazzetta della Martesana questa settimana in tema sicurezza. Vi invitiamo a consultare anche il nostro programma elettorale delle passate amministrative in cui, così come per il problema stazione e pendolari, avevamo identificato con anticipo il problema a venire e proposto alcune soluzioni che partivano da un controllo del territorio sinergico e organizzato tra le forze dell’ordine presenti, per passare da nuove assunzioni di personale e estensione degli orari della Polizia Locale.

Da diverso tempo Melzo è in guerra, assediata 24 ore su 24 da bande di criminali senza scrupoli pronte a tutto.

Numerose sono le denunce di furto registrate in tutta Melzo già dal 2014 i cittadini della zona Nord del paese, via Aldo Moro in primis, subivano numerosi furti nelle proprie abitazioni e nei propri box, in questi ultimi mesi anche la zona a Sud di Melzo, viale Europa, via Curiel e vie limitrofe sono state prese di mira dai malviventi, che indisturbati ed in sfregio ad ogni pericolo, anche in pieno giorno riescono ad intrufolarsi nelle abitazioni dei melzesi, derubandoli dei propri beni.

Niente riesce a fermarli, ne le inferriate ne tanto meno impianti di antifurto, i cittadini sono vittime indifese e della crisi del momento oltre che del sistema politico giudiziario, e niente sembra che si muova in loro difesa.

Questi malviventi si muovono in maniera organizzata, sembra quasi che vadano a colpo sicuro, tempo fa furono notate un gruppo di donne Rom intente a fotografare le abitazioni e visto che di bellezze architettoniche a Melzo non è che ce ne siano tante, pensiamo lo abbiano fatto per altri scopi, quindi suggerirei la prossima volta che si nota qualcosa di anomalo di segnalarlo tempestivamente alle Forze dell’Ordine e di non limitarsi a segnalarlo solamente sui social network.

A proposito delle Forze dell’Ordine, bisogna dire purtroppo che i Carabinieri per quanto si impegnino nello svolgere il proprio dovere, hanno dei limiti, limiti dettati dalla carenza di militari sul territorio e dai mezzi a disposizione e soprattutto dal fatto che i Carabinieri di Melzo devono perlustrare ben 4 Comuni con le relative frazioni, quindi ecco spiegato perché non possono essere sempre presenti sul territorio, di contro la Polizia Locale fa rientrare le proprie pattuglie dalle 18:00 in poi.

Qui ci rivolgiamo al Sig. Sindaco Bruschi ed al suo Vice Di Bari, in occasione degli incontri con la cittadinanza sul Bilancio Partecipato, fu anticipato e promosso un piano di presidio del territorio che vedrebbero coinvolte le Forze di Polizia locali e dei Carabinieri dei Comuni della Martesana limitrofi a Melzo, ad oggi non abbiamo più saputo niente, la Giunta si giustifica dichiarando di non avere le risorse economiche per far partire questo progetto, certo che è assurdo vedere che le risorse per autorizzare i rimborsi chilometrici ci sono e per garantire la sicurezza dei cittadini, invece NO.

La Sicurezza a Melzo è uno dei punti chiave del programma elettorale del PD, a quanto pare la solita promessa da marinai, nulla è stato fatto, o troppo poco si è fatto per contrastare i malviventi, i quali soprattutto in quartieri periferici poco sorvegliati, trovano terreno fertile per le loro malefatte, un esempio basta recarsi in zona viale Europa, via Curiel quest’ultima in prossimità del Parco Cristina Belgioso, fanno quello che vogliono a qualsiasi ora del giorno si arrampicano sulle cancellate, controllano e se c’è qualcuno, e via si danno da fare a svaligiare le case dei cittadini.

Adesso però basta, i cittadini si sono stancati, non c’è lavoro, molte famiglie vivono condizioni di disagio inverosimili, a volte non si hanno i soldi neanche per mangiare, ed aggravare tutto questo ci si mettono anche i malviventi, questo proprio NO, dove sta la Giunta Comunale, cosa sta facendo per arginare questo fenomeno, oltre a litigare fra di loro, a dimettersi o a recarsi i tribunale citati per un piano scuola mandato all’aria con il rischio di perdere le risorse necessarie alla realizzazione dello stesso, cosa fanno?

Questo non è un appello ma una richiesta e come tale esigiamo delle risposte, le voglio io come cittadino e le voglio sempre io come attivista del Movimento 5 Stelle e le vogliono tutti i melzesi, chiediamo a chi di competenza ed al PD, di mantenere le promesse fatte in campagna elettorale e di lavorare concretamente per il bene e la sicurezza della cittadina con un presidio del territorio più fitto ed esteso, all’occorrenza, anche a tutta la notte.

Articolo ad opera di Carmelo Ceccio, attivista del MoVimento 5 Stelle Melzo.