Nuovo Polo scolastico Vistarini, un nuovo caso Galbani?

Come molti di voi avranno potuto leggere sulla Gazzetta della Martesana di questa settimana ci siamo occupati di fornire un monito su ciò che verosimilmente, paghi delle precedenti esperienze dell’area ex-Galbani, accadrà sull’area Vistarini all’indomani della gara d’appalto.

Di seguito troverete il testo originale dell’articolo completo.

Polo-Vistarini-650x280

Nuovo Polo Scolastico Vistarini, una storia che si ripete e che per similitudine e tempistica sembra di assistere ad un nuovo caso Galbani.

Se ben ricordate nel lontano 2009 l’allora amministrazione guidata sempre dalle Liste Civiche, in primis da Insieme per Melzo ed il candidato a Sindaco Vittorio Perego, ebbero tanta fretta nel concludere e sottoscrivere una convenzione per il recupero dell’ex area Galbani, malgrado le critiche mosse dalle opposizioni, che furono innumerevoli e tutte motivate da vistose lacune, soprattutto di natura tecnica legate ad una convenzione che non teneva conto di molti aspetti di rilievo per il recupero dell’area e ad insufficienti garanzie finanziarie che la società proprietaria dell’area offriva.

Le Liste Civiche, con a capo Insieme per Melzo,  attente solo alla campagna elettorale per le amministrative, non tennero conto di questi aspetti, pur se avvertiti, ed oggi i risultati sono ben visibili a tutti e, almeno fino al 2017, rimarranno tali dopo di che si potrà ridefinire la questione.

Inutili e puerili sono le giustificazioni date dell’attuale amministrazione civica  a discolpa dell’accaduto, chi se lo poteva mai immaginare che sarebbe finita così, questo è il prezzo che si paga per l’imperizia nell’amministrare la cosa pubblica da parte di Insieme per Melzo con il Primo Cittadino Vittorio Perego.

Bene oggi come allora la storia si ripete, ex campo sportivo Vistarini di Viale Gavazzi, un monumento alla storia dello sport melzese, con  la concreta possibilità di essere rivalorizzato e riportato agli antichi splendori, viene  volontariamente abbandonato al degrado e alla fine viene deciso di distruggerlo.

Questo sacrificio viene fatto in nome di un nuovo polo scolastico, scuole elementari e scuole medie, un progetto apprezzabile di per se, ma ciò che fa riflettere e lascia più di un dubbio è l’ubicazione.

Noi del MoVimento 5 Stelle Melzo per avere delle risposte alle numerose domande abbiamo chiesto ed ottenuto di incontrare  l’Ass.re Guzzetti, al quale abbiamo chiesto se nel realizzare questo progetto si rispettassero tutte le normative in materia di edilizia scolastica. Sono state poste delle domande in merito ai concreti problemi di spazi in cui dovrà sorgere il nuovo polo scolastico, esso infatti sarà chiuso su tre lati dalle abitazioni, e le strade sono quelle che sono. A nostro parere in questo frangente, non c’è il rispetto delle norme per assicurare una adeguata viabilità, aree di sosta, rispetto della distanza degli edifici pubblici dalle abitazioni e di conseguenza si nutrono notevoli dubbi sul rispetto delle leggi in materia di sicurezza.

Inoltre, e questa è una modalità di agire tipica dell’attuale Amministrazione che noi non perdiamo occasione di deprecare, non è stato chiesto alcun parere alla cittadinanza o ai residenti della zona circa l’idea di realizzare un polo scolastico. E’ stato presentato il progetto a giochi fatti e i cittadini lamentano la mancanza di trasparenza e coinvolgimento nella questione.

L’ass.re Guzzetti risponde che tutti i criteri e le regole dettate dalle norme e leggi vigenti sono rispettate, senza tuttavia darne concreta prova della loro osservanza e che i nostri dubbi sono infondati. A noi non resta che constatare come molte decisioni siano state prese in deroga alle Leggi. Tutti conosciamo il quartiere, sappiamo che l’area è ad alta densità abitativa, ulteriori abitazioni saranno realizzate presso l’area ex Enel di viale Gavazzi e presso le vecchie scuole medie una volta chiuse, e pensate che una volta a regime il nuovo polo scolastico prevede la frequenza di quasi 1000 alunni.

Adesso possiamo solo immaginare il caos e i disagi che ci saranno, ma quando li vivremo sarà troppo tardi per porvi rimedio.

Adesso come allora la Lista Civica  Insieme Per Melzo ed il Sindaco Vittorio Perego, stanno gestendo il territorio e le opere da realizzare nella maniera sbagliata, oggi, come cinque anni fa, hanno solo fretta di appuntarsi al petto l’ennesima medaglia autoreferenziale per poterla esibire in campagna elettorale, senza tenere conto dei danni e dei disagi che le loro frettolose decisioni affliggeranno alle generazioni future, per di più a prova di un’evidente incapacità nell’amministrare e prendere le decisioni giuste a tutela della comunità. I tempi per la realizzazione del progetto sono dettati e stabiliti dalla società TEM, che per l’appunto vincola l’erogazione dei finanziamenti per la realizzazione del nuovo polo scolastico, al termine dei lavori per la realizzazione della tangenziale est esterna, quindi entro la fine del 2015, per essere collaudata e disponibile per l’anno scolastico 2016/17 (dichiarazione del Resp.le Ufficio tecnico  Arch. G. Rubino).

Tra qualche giorno verrà definita e aggiudicata la gara d’appalto per la realizzazione del progetto, i lavori dovranno iniziare a settembre di quest’anno ed una volta avviati non si potrà più fermarli, nel nostro programma abbiamo previsto un punto nel quale era riposta la speranza, che l’amministrazione civica con a capo il Sindaco Vittorio Perego, desistesse dal realizzare questo progetto nell’area dell’ex campo Vistarini, per cercare un area diversa, in maniera tale da assicurare un certo standard qualitativo dei servizi, adeguato alla situazione attuale ma soprattutto futuribile.

Perché con la consapevolezza che abbiamo acquisito dalle esperienze vissute a Melzo, una volta realizzato questo nuovo polo scolastico dovremo tenercelo così com’è,  quando rifletteremo e si penserà che con un po’ di buonsenso tutto questo si sarebbe potuto evitare, allora non potremo far altro che il mea culpa, indietro purtroppo non potremo più tornarci, come Movimento 5 Stelle abbiamo richiesto al Comune di Melzo  copia del progetto definitivo del Polo Scolastico Vistarini, unitamente al piano di Viabilità Urbana della zona ed il Piano Parcheggi, stiamo aspettando che ci vengano consegnati, dopo di che porteremo il tutto presso le sedi opportune, sia in Regione Lombardia che in Parlamento a Roma, dove i nostri Deputati del Movimento 5 Stelle con l’aiuto degli esperti, esamineranno tutta la documentazione e se qualcosa di anomalo sarà riscontrato esso verrà denunciato alle autorità competenti ed i responsabili saranno chiamati a risponderne.